giovedì 7 gennaio 2016

Non è tutto oro ciò che luccica

Sono indispettita.
Diffidate da chi dice che in Australia è tutto un sogno e tutto funziona a meraviglia.
Di sicuro ci sono più possibilità, c'è spazio per nuovi business, ti puoi reinventare ed è facile rientrare al lavoro dopo una maternità o anche in età non più giovanissima. La burocrazia è snella ed efficente, molte cose si possono fare on-line o addirittura tramite posta senza avere alcun timore.

Da alcuni mesi a questa parte mi sto accorgendo di piccolezze che mi fanno affermare: "Allora anche qui funziona così!". Ore in più non pagate: la festa di Natale ufficialmente finisce 30minuti dopo il solito orario di lavoro? Chissenefrega, ti paghiamo le ore per cui sei in turno. Lavori 1h e mezza in più? Cavoli tuoi.  La compagnia ci manda a fare corsi di formazione every now and then, corsi tenuti durante le nostre ore off . Ok, perfetto, andiamo a fare questo corso pensando ai soldi in più nel conto in banca visto le extra ore che stiamo lavorando,no? NO, sbagliato, la compagnia paga il corso per te, mica vuoi che ti paghi anche le ore in cui fisicamente sei al corso?! Corsi per i quali non avrei MAI pagato di tasca mia.

Non va bene, ma ok, almeno socializziamo tra colleghe (quante chiacchiere mi sono fatta con una collega giapponese di un altro centro!).

Quello che mi indispettisce di più è completa disorganizzazione riguardo ai turni.
Negli ultimi 2 giorni sono stata mandata a casa perchè non c'era bisogno di me.
E questo accade perchè la manager spera di avere più bambini di quelli che hanno prenotato in anticipo e così mette in turno più staff che "non si sa mai".  Ebbene questo è il risultato: una Lei che si sente usata e poi buttata, poco considerata. E sinceramente mi sono sentita così per un anno intero in Italia e ne ho avuto abbastanza.
Onde per cui Lei oggi ha mandato un curriculum un'altra compagnia, per lo stesso lavoro, ma vicino a dove abita. E sta seriamente considerando l'ipotesi di rimettersi a studiare per ottenere un Cert III in Animal Companion. Che il suo sogno è poter lavorare con animali.




2 commenti:

  1. TUtto il mondo è paese, alla fin fine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo! Come procede la tua avventura? :)

      Elimina